Come massimizzare i rendimenti degli investimenti?

1560097512-soldi

La finanza è il regno dell’imprevedibilità, ma il suo legame con l’economia reale consente di operare strategie conscie e indirizzate all’obiettivo di minimizzare l’impatto del fattore rischio.

Una piena consapevolezza delle dinamiche dei mercati consente di potersi muovere attivamente e con ampi margini di sicurezza senza rinunciare alle prospettive di rendimenti positivi.

Del resto, William Bagehot, padre del giornalismo economico e fondatore dell’Economist, ha detto che “la vita è un compromesso tra ciò che la tua personalità vuole che tu faccia, ciò che la tua esperienza ti consiglia di fare e ciò che i tuoi nervi ti consentono di fare”. Questo ragionamento vale anche come descrizione delle dinamiche economico-finanziarie e rappresenta un invito alla pianificazione di lungo periodo.

Sul lungo periodo, in altre parole, piuttosto che puntare a minimizzare il rischio compromettendo i risultati, un investitore che voglia ottenere rendimenti elevati deve armonizzare il livello di rischio gestibile e i rendimenti attesi. Ovvero, deve controllare l’effetto, endogeno ai mercati, che la volatilità degli investimenti crea sui portafogli.

La volatilità è il prodotto di speculazioni, dinamiche politiche, aspettative più o meno razionali: è ciò che rende viva la finanza, ma si può imparare come padroneggiare i suoi effetti.

In questo campo, un ruolo determinante è svolto dalla consulenza. Essere adeguatamente guidati nei propri investimenti è garanzia di maggiori probabilità di successo. Molti investitori, infatti, nella gestione del proprio portafoglio, non riescono ad avere una visione d’insieme riguardo la propria esposzione totale al rischio e spesso l’industria finanziaria non riesce a venire incontro a questa esigenza (anche per ragioni di tipo commerciale).

Come detto, esistono diversi modi per tenere sotto controllo il rischio: che vuol dire remunerare meglio in termini di rendimento la volatilità. Ecco qui elencate le accortezze i più comuni:

  • Asset allocation: i diversi tipi di strumenti finanziari (azionario e obbligazionario sono due tra le famiglie più comuni) hanno livelli divergenti di rendimento potenziale e volatilità. Costruire una strategia che includa diverse asset class, cercando di bilanciare i vari rapporti di rischio rendimento, permette di limitare il livello totale di rischio. Le asset class sono infatti correlate tra loro: quando sono collegate negativamente vuol dire che le perdite potenziali su una sono in parte compensate dai guadagni su un’altra, riducendo il rischio totale di volatilità.

 

  • Diversificazione: Non puntare su un unico titolo evita di restare esposti ai rischi specifici che derivano dalle vicende di una singola società. Includere nel proprio paniere un maggior numero di titoli è un metodo per limitare la volatilità. Un ottimo modo per diversficare senza alazare troppo i costi è quello di investire in fondi.

 

  • Orizzonte temporale: Storicamente i mercati finanziari hanno una tendenza naturale alla crescita. Più a lungo si rimane investiti, più diminuiscono le possibilità che il proprio investimento venga penalizzato da un momento negaativo: questo vuol dire che si può prendere piu rischio per inseguire rendimenti potenziali maggiori.

 

 

 

  • Liquidità: Le oscillazioni di prezzo non sono l’unico rischo in cui si incorre quando si investe. A volte esiste anche il rischio di non poter dismettere il proprio investimento in caso di necessità. Questo rischio è particolarmente evidente in fasi negative di mercato e quando si investe in strumenti rischiosi.

Per gestire al meglio il proprio livello di rischio è consigliabile rivolgersi al parere di un consulente indipendente (quindi non remunerato sulla base degli strumenti che consiglia) che abbia come interesse quello di costruire un rapporto duraturo con l’investitore suggerendo un bilanciamento di rischio coerente con le aspettative di esso. Bilanciare aspettative e prospettive pragmatiche di realizzo è fondamentale, perchè la finanza non si riduca a mera scommessa. Specie quando di mezzo ci vanno risparmi che rappresentano aspettative, prospettive di vita e progetti, avere una strategia è fondamentale.

Moneyfarm, da anni ai vertici della consulenza per gli investimenti in Italia, analizza i profili di ogni investitore e la sua volontà di esporsi al rischio attraverso la tecnologia. Individua senza impegno il rapporto rischio/rendimento migliore per le tue esigenze.

 

SHARE THIS

RELATED ARTICLES

LEAVE COMMENT