Moneyfarm vola nel primo trimestre del 2019

2014-12-15_Support_for_euro_adoption_in_Poland_crashes_to_new_low-1024x681

L’inizio del 2019 è stato caratterizzato da grandi successi per coloro che hanno optato per soluzioni d’investimento bilanciate. Lo rivela Moneyfarm, azienda milanese ritenuta una delle maggiori piattaforme di risparmio gestito in Italia, che ha pubblicato i suoi risultati. Tutte le linee di gestione hanno infatti iniziato l’anno in positivo.

Complice il clima globale favorevole agli investimenti Moneyfarm ha potuto portare avanti una performance a tre mesi dei portafogli compresa tra l’1,3% e il 10,4%. Moneyfarm ha contestualmente pubblicato un report dedicato alle trimestrali degli investimenti gestiti.

Ampia attenzione, nel report, è dedicata al business environment globale, presupposto necessario per l’azione dell’impresa. “Il rally dei mercati azionari, cominciato il giorno di Santo Stefano, ha interessato la totalità delle asset class nel nostro radar”, scrive Moneyfarm. “La componente azionaria ha recuperato quasi tutte le perdite registrate a fine 2018, tornando ai livelli di settembre. A guidare la classifica tra i mercati sviluppati sempre il solito S&P500 (~14%), seguito da Eurozona (~12%), Regno Unito (~10%) e Giappone (~8%). Tra i mercati emergenti ha brillato soprattutto la Cina, che ha iniziato l’anno con uno stupefacente ~30%, trainando al rialzo tutto il comparto azionario emergente (~10%)”.

Nel contesto obbligazionario, invece, “si  sono delineati infatti due trend: una sovraperfomance delle obbligazioni a scadenza più lunga rispetto a quelle a breve – premiato quindi il rischio duration, legato alla durata finanziaria maggiore – e una sovraperfomance delle obbligazioni societarie più rischiose rispetto a quelle più sicure – premiato invece in questo caso il rischio di credito, legato al merito creditizio delle aziende che emettono le obbligazioni”.

Moneyfarm ha saputo dedicare la sua pianificazione strategica al nuovo ambiente venutosi a creare. Principalmente esposti in euro, i portafogli Moneyfarm hanno approfittato della congiuntura grazie al bilanciamento tra le diverse asset class. “Le nuove aspettative sulla politica monetaria internazionale hanno favorito gran parte delle asset class: se da un lato gli asset rischiosi hanno beneficiato di una maggiore liquidità attesa sul mercato, dall’altro gli asset conservativi”, come i bond governativi dei Paesi sviluppati a breve termine, “hanno goduto di tassi d’interesse in discesa”, scrive il report. Nonostante gli utili societari di fine 2018 non abbiano brillato rispetto alle aspettative degli analisti, abbiamo assistito ad una forte crescita delle valutazioni societarie che hanno permesso all’azionario dei Paesi Sviluppati, trainato dalle azioni americane, di rappresentare una solida componente di rendimento di diversi portafogli.

Questo è il cuore del design finanziario Moneyfarm: l’adattività ai contesti finanziari globali che si unisce alla capacità di produrre modelli di portafoglio ad hoc per gli investitori e le loro esigenze personali. Un modello vincente che questo trimestre ha premiato grandemente.

Scopri la gestione patrimoniale indipendente numero uno in Italia

SHARE THIS

RELATED ARTICLES

1 COMMENT

LEAVE COMMENT