Nel mondo vola l’investimento in fintech

Articoli_EconomiaFinanza

Il fintech è oramai una realtà nota, le cui prospettive di consolidamento a livello globale devono però essere ancora pienamente esplorate. Per Fintech si intende il processo di innovazione dell’industria finanziaria, dagli investimenti, alle banche alle assicurazioni, attraverso proposte ad alto contenuto tecnologico e più vicine alle necessità dei consumatoti.

Uno studio di mercato di Ntt Data ha rilevato che, su 1050 imprese fintech prese come campione, oltre il 58% ha aumentato nel 2018 i suoi investimenti in campo di innovazione, big data analysis, internet delle cose e digitalizzazione.

“In Italia la ricerca ha coinvolto 100 istituti finanziari di diverse dimensioni e ne è emerso che il 36% delle organizzazioni attive nel settore finanziario ha incrementato nel 2018 i propri investimenti in servizi legati alla trasformazione digitale, mentre già per il 2021 il 58% ha in programma un incremento della propria spesa IT, di cui il 21% prevede di incrementare i propri investimenti in tecnologia di oltre il 10%”, scrive Corriere Comunicazioni.

Dati che assieme alla recente decisione governativa di concedere lo sviluppo delle sandbox fintech candidano il Paese a un ruolo chiave nel fintech europeo. Non a caso, il recente Report dell’Osservatorio Fintech e Insurtech del Politecnico di Milano “Fintech e Insurtech: l’Italia spiega le vele” ha segnalato come il 2018 sia stato un anno d’oro per la tecnofinanza italiana. Ben 11 milioni di cittadini, ovvero quasi il 20% della popolazione nazionale, ha utilizzato servizi fintech nell’anno trascorso.

Il settore ha dunque un avvenire che si presuppone roseo, con margini in progressivo aumento e investimenti destinati a incanalarsi sulle realtà più attive.

Scegli anche tu la trasparenza e l’efficienza delle tecnologie digitali per i tuoi investimenti.

SHARE THIS

RELATED ARTICLES

LEAVE COMMENT