Quanto avrei guadagnato investendo 100mila euro nel 2019?

Growing-Investment-Stock-Photo

Con il 2019 oramai alle porte è giusto iniziare a tracciare un bilancio dell’anno appena passato. E la domanda che molti risparmiatori si pongono riguarda appunto le decisioni prese sulla gestione dei propri risparmi. Il nocciolo della questione vede protagonista il dilemma costo-opportunità tra l’aver deciso di lasciare “parcheggiati” i soldi sul conto corrente bancario e la ponderata scelta di investire i propri averi su alcuni strumenti finanziari.

Il risparmio e gli investimenti sono entrambi importanti, ma non sono la stessa cosa. Mentre entrambi possono aiutare a realizzare un futuro finanziario più comodo, i risparmiatori devono conoscere le differenze e quando è meglio risparmiare o quando è meglio investire.

La differenza più grande tra risparmio e investimento è il rischio rispetto alla ricompensa. Il risparmio in genere consente di guadagnare un rendimento inferiore ma praticamente senza rischi. Al contrario, l’investimento consente di guadagnare un rendimento più elevato, ma per far ciò ci si deve assolutamente affidare a dei seri professionisti del mondo degli investimenti.

Facciamo un esempio concreto: ad inizio del 2019 abbiamo a disposizione nel salvadanaio 100.000 euro; quanto avremmo potuto guadagnare se li avessimo investiti durante l’anno?

Innanzitutto, iniziamo dicendo che la decisione di lasciare questa cifra nel proprio conto corrente bancario, nonostante possa sembrare la scelta più sicura, si rivela essere in realtà la soluzione più onerosa, che alla fine dell’anno porta a registrare delle perdite nel valore complessivo del capitale messo da parte.

Ma come è possibile? La perdita di soldi dal nostro conto corrente è dovuta a diversi fattori: costi di gestione del conto bancario (anche se in alcuni casi sono minimi), tassi di rendimento negativi (applicati anche in Italia a partire dal 2020), inflazione, ovvero la crescita generale del livello dei prezzi (pari a 0,67% nel 2019).

Per non incorrere a perdite che andrebbero a ledere i nostri risparmi, la decisione più adatta è investire questi nostri 100 mila euro in portafogli finanziari, che possano aiutarci a raggiungere importanti risultati, in termini di rendimenti, e che ci permettano nello stesso tempo di difendere e accrescere il patrimonio nel tempo.

Una delle possibilità per investire questi 100.000 euro, è sicuramente rappresentata dalle soluzioni di investimento bilanciate e diversificate, che sono state particolarmente premiate lo scorso anno. E tra queste la Gestione Patrimoniale offerta dalla gamma di portafogli di Moneyfarm, società italiana di gestione del risparmio online, è particolarmente interessante.

Le simulazioni fatte investendo i risparmi sopra ipotizzati, nel corso del 2019, hanno mostrato dei rendimenti positivi, in termini assoluti, molto interessanti. Lo scopo, logicamente, non è quello di garantire rendimenti futuri, ma di far comprendere il beneficio, per chi ha investimenti con obiettivi di protezione e crescita di capitale nel lungo periodo, di restare investiti, per non perdere le opportunità che periodicamente si presentano sui mercati globali.

Se avessimo investito 100.000 euro con Moneyfarm, avremmo guadagnato nel 2019:

  • € 6,934.52 (investimento in Portafoglio 2 con basso livello di rischio)
  • € 11,626.20 (investimento in Portafoglio 4 con medio livello di rischio)
  • € 13,584.38 (investimento in Portafoglio 6 con alto livello di rischio)

In definitiva, il risparmiatore che avesse investito i propri soldi all’inizio del 2019 al posto di lasciarli fermi in banca avrebbe realizzato un guadagno potenziale medio all’incirca di € 10,715 (calcolato sulla media dei rendimenti dei Portafogli 2, 4 e 6) alla fine dell’anno.

 

Il piano di investimento Moneyfarm soddisfa le tue aspettative di rendimento e protegge il tuo capitale.

Prova Moneyfarm e simula un Portafoglio personalizzato.
SHARE THIS

RELATED ARTICLES

LEAVE COMMENT